Calcio: 05/08/2006

MODENA - CAGLIARI

(Partita Amichevole)

TABELLINO


COMMENTI

Modena scopre Bentivoglio

Il Cagliari in vantaggio con un bel gol firmato Suazo al 40'
Reazione dei gialli e pareggio del fantasista. Debutto di Pinardi


di Stefano Aravecchia

Finisce con un giusto pareggio la prima uscita stagionale al Braglia del nuovo Modena di Zoratto. Davanti a poco meno di tremila tifosi, i giallobl¨ hanno disputato una prova incoraggiante.

Il calcio d'agosto si dice sia bugiardo, speriamo che non lo sia troppo perchŔ questo Modena promette bene. Il durissimo lavoro in Appennino si fa sentire sulle gambe dei canarini, malgrado ci˛ la squadra si muove bene, dimostrando di aver iniziato ad assimilare il credo calcistico del nuovo allenatore. Un Modena che riflette le caratteristiche care allo Zoratto giocatore: palla bassa, sfruttamento delle fasce, gioco in orizzontale con rapide verticalizzazioni. Logicamente i meccanismi sono da oliare, del resto non c'Ŕ fretta visto che il campionato inizierÓ solo il 10 settembre, ma le sensazioni sono buone. Anche col Cagliari, compagine di serie A, il Modena non ha rinunciato al proprio gioco, limitando al limite i lanci lunghi. Buon test per la difesa al cospetto di clienti scomodi come Suazo, Esposito, Capone e Pepe. Buone cose si sono viste a centrocampo con Lazzari, Baldo e Troiano mentre in attacco tanto lavoro ma poche le occasioni limpide: bravo Bentivoglio a capitalizzare a metÓ ripresa un assist di Campedelli, regalando la prima gioia stagionale al pubblico del Braglia. Che, dopo il triplice fischio finale, ha mostrato di aver gradito tribunando un caloroso applauso ai canarini.
LA PARTITA. Zoratto, che deve rinunciare agli infortunati Tisci e Chiecchi, disegna il consueto 4-3-3 con Frezzolini tra i pali, linea a quattro con Frey, Centurioni, Perna e Tamburini; a centrocampo Baldo Ŕ il playmaker affiancato da Campedelli e Troiano, in attacco tridente Lazzari-Sforzini-Gilioli. Il Cagliari di Giampaolo, privo dell'acciaccato Langella, deve riscattare l'umiliante 3-0 incassato mercoledý col Rimini. Suazo Ŕ in serata e dopo 8' chiama Frez al primo intervento. Il Modena reagisce, imbastisce buone trame ma non punge. Anzi Ŕ ancora Frezzolini a salvare con un grande riflesso su inzuccata da due passi di Pepe al 21'. Troiano e Tamburini fanno il solletico a Chimenti, chi invece non scherza Ŕ il solito Suazo che al 40' chiude una splendido triangolo con Capone, depositando in rete dopo aver messo a sedere anche Frezzolini. Immediata reazione dei gialli ma la botta ravvicinata di Campedelli Ŕ salvata di piede da Chimenti. Ad inizio ripresa scatta la solita girandola di sostituzioni: la pi¨ significativa quella che sancisce il debutto di Pinardi. Zoratto sperimenta un 4-2-3-1 con Colacone unica punta supportata sugli esterni da Abate e Pinardi. Ma Ŕ Bentivoglio a ritagliarsi un ruolo da protagonista. Prima costringe Chimenti ad una parata in due tempi su punizione (68'), poi firma il pareggio su pregevole assist di Campedelli (73').



MODENA-CAGLIARI 1-1

Suazo Ŕ un lampo
Chimenti perfetto

Brillano gli eroi della salvezza
L'honduregno firma il vantaggio
Il portiere si supera due volte


Dal nostro inviato
FRANCESCO VELLUZZI
MODENA

Il Cagliari col Modena fa meglio che col Rimini e riparte dalle certezze che lo avevano trascinato alla salvezza nello scorso campionato: Chimenti e Suazo. Giampaolo pu˛ contare su di loro. Il portiere ci mette del suo su Campedelli a fine primo tempo e su una posizione di Bentivoglio a metÓ ripresa, l'honduregno quando decide di porre la firma sulla partita. Lo fa alla sua maniera, con classe, eleganza e precisione: chiude un triangolo con Capone, si presenta sul dischetto e mette a sedere Frezzolini (1-0).
ATTACCO OKAY Le punte rossobl¨ sembrano funzionare anche se non sono predisposte (non sono giganti abili di testa) per il gioco sulle fasce che vuole Giampaolo, fedele al 4-4-2: Pepe Ŕ un moto perpetuo, Suazo finalizza. Stupisce la posizione di Esposito, che fa con difficoltÓ il quarto di centrocampo, ma a sinistra; Langella (che marca visita per una botta rimediata col Rimini), sarebbe quello di destra, non sembra gradire. Il Modena di Zoratto, a cui manca come il pane una punta, parte col 4-1-4-1 per tornare al pi¨ incisivo 4-3-3 quando entra Pinardi (e al 29' arriva il pari di Bentivoglio), presentato come uono della provvidenza. Ma il divino qui era Bucchi. Cercasi disperatamente sostituto.


Buon Cagliari, 1-1 a Modena
In evidenza il trio Esposito-Suazo-Pepe

Pareggio del Cagliari nell'amichevole che chiude la prima fase della preparazione. Sul campo del Modena Ŕ finita 1-1. Prova gagliarda dei rossoblu che hanno riscattato il passo falso col Rimini. Specie nel primo tempo, quando l'intraprendenza del trio d'attacco Esposito-Suazo-Pepe, sostenuti da Capone, ha messo in crisi la difesa dei "canarini". Il pareggio sta un po' stretto al Cagliari, raggiunto sull'unica incertezza della retroguardia in 90'.
Giampaolo deve fare a meno di ben otto giocatori vittime di acciacchi vari: Langella, Bizera, Conti, Conticchio, Fortin, D'Agostino, Ferri e Penalba.
Assenze che passano inosservate. Burrai tiene botta da mediano centrale insieme a Budel. Capone gioca a destra, Esposito a sinistra.
Ciccio costruisce la prima occasione della partita al 9' con un assist aereo che libera al tiro Suazo: sventola di destro salvata in angolo dal provvidenziale Frezzolini.
Al 17' ci prova Burrai da trenta metri: pallone alto di poco.
Quattro minuti pi¨ tardi, incursione di Capone dalla destra, traversone pennellato per Pepe che anticipa il suo marcatore e costringe Frezzolini al miracolo. Cagliari davvero brillante e convincente.
Il Modena reagisce al 23': corner di Tamburini, Lazzari manda alto. Al 26' fuori Lopez per infortunio, dentro il giovane Garau.
Al 41' il capolavoro di Suazo. L'honduregno recupera palla al limite dell'area modenese, attira su di sŔ tre avversari e triangola con Capone. Perfetto il passaggio di ritorno, il bomber mette a sedere Frezzolini con una finta di corpo e deposita in rete. Un grandissimo gol.
Nella ripresa, solito valzer di sostituzioni e gioco che ristagna piatto a centrocampo. Si rivede finalmente Del Grosso. Dal 72' Giampaolo restituisce la prediletta fascia destra ad Esposito.
Al 74', improvviso, il pareggio del Modena. Errore della difesa rossobl¨ nell'applicazione della tattica del fuorigioco, fugge Campedelli e mette in mezzo un pallone comodissimo per Bentivoglio, che insacca malgrado l'opposizione di Chimenti.
La partita non riserva pi¨ emozioni sino al fischio finale dell'arbitro. Adesso per i rossobl¨ due giorni di libertÓ, dall'8 agosto tutti a Sestola.
(www.cagliaricalcio.net)












Torna alla Home Page