MODENA RUGBY-Orved AMATORI RUGBY SAN DONA'
11-38

(Serie A Gir. 2 - 2006/07 - 1a Giornata)

TABELLINO


COMMENTI

Modena Rugby senza scampo
L'esperto San DonÓ troppo forte per i giovani giallobl¨

MODENA RUGBY CLUB_______11
SAN DONA'_______________38


MODENA. Il Modena Rugby finisce ko nell'esordio del campionato di serie A, contro un San DonÓ pi¨ attrezzato tecnicamente e soprattutto pi¨ esperto. I giallobl¨, ringiovaniti rispetto allo scorso anno con l'inserimento di diversi elementi provenienti dalle giovanili, hanno mostrato buone cose ma non ancora l'esperienza necessaria per affrontare con successo una squadra di punta come quella veneta. San DonÓ subito avanti, ma il "kiwi" Marshall grazie a due calci piazzati tiene in scia Modena fino a pochi minuti dal termine del primo tempo. Ma proprio in chiusura il San DonÓ trova due mete che mettono in ginocchio i modenesi. Nella ripresa da segnalare la bella meta di Mardones, abile a sfruttare il lavoro dei compagni e un'ingenuitÓ della squadra avversaria, ma Ŕ ancora il San DonÓ ad allungare nel finale, con altre due mete che fissano il risultato sul 11-38.
Di certo per il tecnico Michael c'Ŕ molto da lavorare, ma questo era giÓ stato messo in preventivo. Nel Modena hanno giocato molti giovani atleti che dimostrano come prosegua l'opera di "modenizzazione" della squadra, come sostiene il presidente Almer Berselli.
L'Under 19 ha esordito perdendo (36-0) sul campo del forte Noceto.


TRAVOLTO IN CASA AL DEBUTTO
Modena, che falsa partenza

11-38

Inizia con una sconfitta casalinga il campionato del Modena Rugby contro un San DonÓ apparso superiore per esperienza e mezzi tecnici. Dopo i primi minuti di studio Ŕ l'Orved Rugby a segnare una meta con Rogers, ma il Modena reagisce con un calcio piazzato di Marshall.
Al 25' viene assegnata una meta tecnica ai veneti al termine di una lunga azione di gioco e al 35' Ŕ di nuovo Marshall a piazzare un calcio di punizione in mezzo ai pali.
A questo punto il San DonÓ comincia a fare la differenza facendo leva sul tasso tecnico, pi¨ elevato, ed a una maggiore convinzione nei propri mezzi. Si susseguono nel giro di pochi minuti le mete di Wassey e Bressan, che chiudono in pratica la partita. All'inizio del secondo tempo il Modena trova una bella meta con Mardones che sfrutta la disattenzione degli avversari. Ma Ŕ solo un fuoco di paglia perchŔ prima Wassey e poi Mastrobernardino appoggiano l'ovale olte la linea di meta modenese.
źLoro sono stati superiori in tutti i reparti, la vittoria Ŕ meritata - puntualizza Almer Berselli presidente del Modena Rugby - Per quanto ci riguarda c'Ŕ molto da lavorare, ma lo sapevamo, siamo una squadra giovane che deve crescere.╗


Modena 11
Orved San DonÓ 38

MODENA (ITALPRESS) - Inizia con una squillante e meritata vittoria la stagione dell'Orved San DonÓ nel campionato di serie A. La squadra del tecnico Eugenio ha infatti spazzato via le ambizioni del giovane Modena Rugby e ha portato a casa cinque punti e tante certezze per la stagione appena iniziata. Il San DonÓ Ŕ apparso superiore per esperienza e mezzi tecnici ai padroni di casa, denotando un gioco frizzante e a tratti irresistibile. Dopo i primi minuti di studio Ŕ l'Orved Rugby a segnare la prima meta del pomeriggio con Rogers, ma il Modena reagisce con calcio piazzato di Marshall e prova a rimanere in scia. Al 25', per˛, viene assegnata una meta tecnica ai veneti al termine di una lunga azione di gioco, una meta meritata e trasformata (come del resto la prima) dall'attento e preciso Betto. Al 35' Ŕ di nuovo Marshall a piazzare un calcio di punizione in mezzo pali per cercare di tenere gli emiliani in scia a un San DonÓ che per˛ ha la gara in pugno. A questo punto, infatti, il San DonÓ ha cominciato a fare realmente la differenza facendo leva sul tasso tecnico, pi¨ elevato, e ad una maggiore convinzione nei propri mezzi. I ragazzi di Eugenio si scatenano: si susseguono le mete dell'ottimo Wassey e di Bressan, che chiudono in pratica la partita con largo anticipo rispetto al fischio dell'arbitro. GiÓ nell'intervallo, quindi, la squadra di Eugenio ha il match in cassaforte, e con il match anche i cinque punti del bonus, grazie alle quattro mete. All'inizio del secondo tempo il Modena trova una bella meta con Mardones che sfrutta la disattenzione del San DonÓ, l'unica in pratica di tutta la gara del quindici veneto. Ma Ŕ solo un fuoco di paglia perchÚ prima Wassey (autore di una prestazione davvero di grande spessore) e poi Mastrobernardino appoggiano l'ovale oltre la linea di meta modenese per le due mete che mettono il suggello a un successo che non pu˛ essere messo in discussione. Il San DonÓ festeggia anche per il buon inserimento dei nuovi stranieri, che sono arrivati da pochi giorni ma hanno giÓ dimostrato di essere bene in palla e di essersi inseriti negli schemi del tecnico, che per la prestazione sicuramente incoraggiante dei giovani in campo, i vari Venturato, Conte, Pasini e Toffolo solo per citarne alcuni.

DĺANNA
źUn esordio positivo sotto tutti i punti di vista╗


MODENA (ITALPRESS) - A fine gara sorrisi e grande soddisfazione nello spogliatoio della squadra veneta. A dare voce alla gioia per il largo successo conseguito nella prima giornata di campionato Ŕ il direttore sportivo della squadra, Vittorio D'Anna. źDevo subito dire - ha detto - che siamo molto soddisfatti, perchÚ Ŕ stato un esordio positivo sotto molti punti di vista. Sotto il profilo del gioco, per quanto riguarda il carattere e la voglia, siamo stati all'altezza della situazione, pur disputando questa prima gara in trasferta e su un terreno non facile come quello di Modena. ╚ stata una buona occasione per provare anche gli stranieri che, non dobbiamo dimenticarlo, si sono aggregati alla squadra da pochi giorni soltanto. Permettetemi poi - ha continuato D'Anna - un commento particolarmente positivo per la prova dei nostri giovani, che hanno potuto fare esperienza e hanno dimostrato di essere sicuramente di ottimo livello╗. Il presidente del Modena Rugby, Almer Berselli, Ŕ laconico: źLoro sono stati superiori in tutti i reparti - ha detto - e la vittoria del San DonÓ Ŕ sicuramente meritata. Per quanto ci riguarda, c'Ŕ molto da lavorare, ma lo sapevamo. Siamo una squadra giovane che deve crescere╗.


BRUTTA PARTENZA, PESANTE SCONFITTA CON IL SAN DONA'


Non comincia bene il campionato 2006/2007 per il Modena, che davanti al proprio pubblico perde nettamente, 38 a 11, da un San DonÓ meglio organizzato e pi¨ concreto che ha strameritato la vittoria. Il Modena ha pagato il minor peso del pacchetto che tuttavia ha retto abbastanza bene nelle mischie chiuse, mentre il vero punto debole sono state le rimesse laterali poche vinte e non in modo netto da consentire di giocare palloni puliti, a questo si aggiunga una linea arretrata non ancora a punto ed oggi particolarmente distratta in difesa, tre mete in prima fase sono troppe. Ma bisogna guardare avanti e cominciare a pensare alla trasferta di Brescia, lĺallenatore giallobl¨ Peter Michael non Ŕ particolarmente allarmato e ha ben chiaro dove lavorare ma servirÓ anche una maggiore disciplina tattica da parte dei giocatori per trovare il bandolo di una matassa per ora un p˛ ingarbugliata.
(www.modenarugby.it)


Buonissima la prima!


Modena - Inizia con una squillante e meritata vittoria la stagione dell'Orved San DonÓ nel campionato di serie A.
La squadra del tecnico Eugenio ha infatti spazzato via le ambizioni del giovane Modena Rugby e ha portato a casa cinque punti e tante certezze per la stagione appena iniziata.
Il San DonÓ Ŕ apparso superiore per esperienza e mezzi tecnici ai padroni di casa, denotando un gioco frizzante e a tratti irresistibile. Dopo i primi minuti di studio Ŕ l'Orved Rugby a segnare la prima meta del pomeriggio con Rogers, ma il Modena reagisce con calcio piazzato di Marshall e prova a rimanere in scia.
Al 25', per˛, viene assegnata una meta tecnica ai veneti al termine di una lunga azione di gioco, una meta meritata e trasformata (come del resto la prima) dall'attento e preciso Betto.
Al 35' Ŕ di nuovo Marshall a piazzare un calcio di punizione in mezzo pali per cercare di tenere gli emiliani in scia a un San DonÓ che per˛ ha la gara in pugno.
A questo punto, infatti, il San DonÓ ha cominciato a fare realmente la differenza facendo leva sul tasso tecnico, pi¨ elevato, e ad una maggiore convinzione nei propri mezzi. I ragazzi di Eugenio si scatenano: si susseguono le mete dell'ottimo Wasey e di Bressan, che chiudono in pratica la partita con largo anticipo rispetto al fischio dell'arbitro. GiÓ nell'intervallo, quindi, la squadra di Eugenio ha il match in cassaforte, e con il match anche i cinque punti del bonus, grazie alle quattro mete.
All'inizio del secondo tempo il Modena trova una bella meta con Mardones che sfrutta la disattenzione del San DonÓ, l'unica in pratica di tutta la gara del quindici veneto. Ma Ŕ solo un fuoco di paglia perchÚ prima Wasey (autore di una prestazione davvero di grande spessore) e poi Mastrobernardino appoggiano l'ovale oltre la linea di meta modenese per le due mete che mettono il suggello a un successo che non pu˛ essere messo in discussione.
Il San DonÓ festeggia anche per il buon inserimento dei nuovi stranieri, che sono arrivati da pochi giorni ma hanno giÓ dimostrato di essere bene in palla e di essersi inseriti negli schemi del tecnico, che per la prestazione sicuramente incoraggiante dei giovani in campo, i vari Venturato, Conte, Pasini e Toffolo solo per citarne alcuni.
Italpress








Torna alla Home Page