Rugby: 06/11/05

Exagerate Careca RUGBY REGGIO-Ova RUGBY PIEVE DI CENTO
30-6

(Serie B Girone B 2005-06)

TABELLINO


COMMENTI

Ova strapazzata dai rossoneri
l'Exagerate liquida la seconda della classe


EXAGERATE_____________30
OVA PIEVE______________6


REGGIO. La Careca Exagerate detta di nuovo legge sbarazzandosi anche della seconda in classifica e insieme al Viterbo continua a viaggiare a pieni punti. Nonostante il terreno reso pesante dalla pioggia battente, i rossoneri dominano il primo tempo e soffrono un po' di più nel secondo, contro un'Ova coriacea e dalle buone individualità.
Primo tempo. Il quindici reggiano parte all'arrembaggio: al 2' la mischia conquista una meta di potenza, dopo avere spinto gli ospiti dietro la loro linea di campo. Reggio continua ad attaccare e all'11' l'ottimo Di Giandomenico calcia un pregevole drop al volo che si infila tra i due pali: 8-0. L'Ova cerca di reagire ma grazie ai calci di Di Giandomenico i rossoneri mantengono un ritmo forsennato e, quando occorre, la mischia sa tenere a bada gli avversari e rilanciare il gioco.
Ottima la giocata di Riccardo al 32': scarta due avversari ai 10 metri e permette a Lambrini di schiacciare l'ovale oltre la linea di meta. Al 40' l'Ova supera per la prima volta la linea dei 22 metri e conquista un calcio piazzato con cui accorcia le distanze: 13-3.Secondo tempo. Lambrini sfrutta un calcetto per superare gli avversari e tuffarsi in meta. A questo punto gli ospiti, mossi dall'orgoglio, insistono in attacco, l'Exagerate accusa un po' di stanchezza, ma si difende egregiamente. A metà frazione, con i reggiani troppo fallosi, l'Ova approfitta di un calcio piazzato per accorciare ulteriormente, ma è Ferrari (63') a trovare la meta della vittoria piena, grazie a un intercetto a due metri dalla linea di meta. L'Exagerate completa l'opera proprio con l'allenatore Hidalgo, ottimamente servito al piede.
Pierpaolo Zucchetti


Rugby, coronata una sfida eroica

30-6

Pioggia, pozzanghere, fango, zuffe, giocate geniali ed errori marchiani, mischie e mete spettacolari. Il big match tra Exagerate e Pieve di Cento, sesta giornata di serie B, è stato un concentrato di rugby, una specie di dado Knorr della palla ovale. Reggio ha vinto, ma con molta più fatica di quanto non dica il punteggio: i bolognesi sono stati implacabili nei placcaggi ed il loro pack si è sempre dimostrato all'altezza di quello rossonero, eccezion fatta per la rolling maul che ha sbloccato il risultato. Per superare i pievani e conquistare (inaspettatamente) tutti e cinque i punti in palio l'Exagerate si è affidato a tre fattori: le touche, dove Hidalgo ha giganteggiato; i calci di spostamento di Di Giandomenico, che hanno fatto ammattire i bolognesi, le invenzioni di Lambrini e Ferrari, autori di tre bellissime mete.
Marco Ballabeni



L'OVA CEDE A REGGIO E DOMENICA TUTTI ALLO SGORBATI C'E' IL PERUGIA

REGGIO EMILIA- Il big-match del campionato di serie B dice bene all’Exagerate Reggio Emilia. Punteggio largo e cinque punti in classifica sono un bottino piuttosto consistente per la squadra reggiana.Il primo verdetto del campionato è stato quindi a favore dell’Exagerate anche se a Pieve di Cento meditano già la riscossa. “Niente da dire- dice il coach Menozzi- hanno vinto meritatamente superandoci in ogni parte del campo. Certo potrei dire che a noi mancavano quattro elementi importanti (Perazzo, Camoirani, Balboni, Ruvolo) però in tutta onesta contro il valore di questi avversari anche con la squadra al completo per noi sarebbe stata comunque molto dura. Questo però non significa che dobbiamo rinunciare per il futuro, anzi abbiamo visto quali sono i limiti e sappiamo che bisogna assolutamente lavorare con assiduità perché pensiamo tutti di avere le potenzialità per colmare le lacune”.
In effetti l’Ova soprattutto è stata superata sul piano caratteriale. Troppo nervosi i giocatori pievesi (in particolare Vedrani, squalificato e salterà sicuramente la prossima partita col Perugia e Bertuzzi) che evidentemente hanno sentito troppo la responsabilità del peso della partita al cospetto di una squadra come quella reggiana molto più sicura e decisa.
Un bagno d’umiltà,quindi, per l’Ova che sicuramente ha capito la lezione e nel proseguo del campionato saprà come riscattarsi.
Altro rammarico è stato quello di non aver saputo difendere la linea di meta per evitare la quarta segnatura del bonus, purtroppo alcune disattenzioni difensive hanno permesso agli avversari di concludere sfruttando delle ingenuità.
La cronaca è quasi un monologo reggiano, infatti dopo pochi minuti vanno in meta con il pacchetto di mischia e da quel momento i giocatori di Reggio controllano la partita dando all’Ova la possibilità di realizzare solo su calci piazzati.
Carlo Orzeszko
(www.ovarugbypieve.it)


Serie B, sesta giornata: l'Exagerate vince nettamente il primo scontro diretto dell'annata al termine di una partita dura ed equilibrata. Hidalgo e Di Giandomenico migliori in campo.

Al termine di una partita resa molto dura dalla pioggia, dal campo pozzangheroso e dall'equilibrio delle forze in campo, l'Exagerate ha sconfitto l'Ova Pieve di Cento, diretta concorrente nella lotta per la promozione, con un punteggio decisamente troppo marcato rispetto al divario tecnico tra le due squadre, apparso minimo. Più che dalla organizzazione di gioco, comunque buona, le mete rossonere sono scaturite da grandi intuizioni individuali o da schemi tanto godibili quanto estemporanei: dopo la marcatura di gruppo del 4' (un carrettino che ha illuso i tifosi reggiani sul rapporto di forza tra le due mischie) l'Exagerate ha trovato la via della meta al 33' ed al 42' con Lambrini (splendida la fattura della seconda realizzazione, con un calcetto a scavalcare l'ultimo uomo dopo un maldestro rinvio bolognese su touche persa da Reggio), al 64' con Marco Ferrari (tap-in dopo un tuffo sul piede dell'estremo avversario che tentava un disperato rinvio) ed al 73' con Hidalgo, servito da Puglia dopo un mirabile calcio "coast to coast" di Di Giandomenico. Proprio Hidalgo e Di Giandomenico, allenatori/giocatori del team rossonero, sono stati i due grandi protagonisti della partita: Gabino ha conservato e conquistato un altissimo numero di touche permettendo all'Exagerate un semicostante possesso del pallone; Andrea ha spostato a piacimento l'asse del gioco con millimetrici calci di rinvio, apparentemente incurante dell'ovale viscido e del terreno molle. Pieve ha comunque retto molto bene il campo; nonostante questa sconfitta apra un bel divario in graduatoria tra reggiani e pievani, la gara di ritorno si presenterà estremamente difficile e complicata. In classifica Exagerate e Viterbo continuano a condurre a punteggio pieno (30) con sei lunghezze sull'Ova.
(www.rugbyreggio.it)





Torna alla Home Page